Il Cielo, il paradiso cristiano, la volontà di Dio, morte e morire, nascere di nuovo; La via spirituale di Dio per il Cielo e la Bibbia.


Freccia che conduce alla pagina del precedente con il tema del Dio e di Gesù Cristo.
Il Raccolto Della Terra Marchio–Esiste Dio? Chi è Dio e Gesù Cristo? Gesù Cristo è una deità, il Messia figlio di Dio? Qual è il piano di Dio per la salvezza dell’uomo, del cielo, della terra e dell’universo? Fede Cristiana e Apologetica Biblica. Informazioni sulla vita Cristiana, Cristianesimo. Difesa della fede Cristiana e della Bibbia Cristiana.
Freccia che conduce alla pagina del successiva con il tema del Dio e di Gesù Cristo.
4 La via Spirituale
Il croce del figlio del Dio,Gesù Cristo;ornamento per il tema di questa pagina:4 La Strada Spirituale per il Paradiso; La volontà di Dio, la Salvezza Cristiana, vita, vivere, morte, morire. Le risposte della Bibbia circa la volontà di Dio, com’è il cielo, nuovi corpi. Come riconoscere Dio, seguire la via della salvezza per la vita eterna in cielo. Il punto di vista cristiano su: vivere, morte, morire, spirare e la vita dopo la morte, cielo, essere nato di nuovo e nuovi corpi.

4~ La Via Spirituale

Il croce del figlio del Dio,Gesù Cristo;ornamento per il tema di questa pagina:Cosa dice la Bibbia e il punto di vista cristiano su: vita, morte, morire, cielo e vita dopo la morte. Questa pagina descrive la volontà di Dio, il piano di Dio per la salvezza e la vita eterna in cielo. La via spirituale di Gesù Cristo può aiutarti a seguire il piano di Dio, ad evitare la morte e a guidarti in cielo per la vita eterna. Riconoscere quando ascolti la voce di Dio, Cristo, lo Spirito Santo, piuttosto che quella di falsi profeti, demoni e Satana. Troverai informazioni dalla bibbia circa la morte, il passaggio da questa vita alla vita eterna in cielo, nuovi corpi e la vita dopo il ritorno di Cristo.
Divisore della pagina;ornamento per il tema:4 La Strada Spirituale per il Paradiso; La volontà di Dio, la Salvezza Cristiana, vita, vivere, morte, morire. Le risposte della Bibbia circa la volontà di Dio, com’è il cielo, nuovi corpi. Come riconoscere Dio, seguire la via della salvezza per la vita eterna in cielo. Il punto di vista cristiano su: vivere, morte, morire, spirare e la vita dopo la morte, cielo, essere nato di nuovo e nuovi corpi.

“Fa’attenzione alla via da percorrere e tutti i tuoi progetti siano ben pensati” (Proverbi 4:26 TILC). “Il vincitore lo porrò come una colonna nel tempio del mio Dio e non ne uscirà mai più. Inciderò su di lui il nome del mio Dio e il nome della città del mio Dio, della nuova Gerusalemme che discende dal cielo, da presso il mio Dio, insieme con il mio nome”(Apocalisse 3:12).
Cosa dice la Bibbia sulla via per il cielo, paradiso, inferno, salvezza attraverso Gesù Cristo, la morte, la vita dopo la morte, nuovi corpi e nascere di nuovo? Come sarà il cielo? Avremo nuovi corpi? Come riconoscere la via spirituale? E dopo la morte? Il paradiso cristiano, il cielo!

Divisore della pagina;ornamento per il tema:.

--Torna all'inizio di questa pagina.--La Strada Spirituale per il paradiso Cristiano di Dio e il paradiso di Gesù Cristo,la Salvezza Cristiana.

Ornamento della pallottola per il soggetto:Ricevendo la Parola da Dio. Ricevendo la Parola da Dio Ornamento della pallottola per il soggetto:Ricevendo la Parola da Dio. Continui al soggetto seguente:Riconoscere lo Spirito di Dio; Come riconoscere lo Spirito di Dio dallo spirito dell’inganno anche in seno.

Se qualcuno afferma di avere “ricevuto una parola da Dio” per noi, o se noi pensiamo di avere ricevuto un’indicazione dal Signore, dobbiamo pregare per ricevere una conferma. La parola del Signore fu rivolta a Geremia per esortarlo a comprare un campo a Anathoth nel periodo in cui le armate di Babilonia assediavano Gerusalemme e il regno di Giuda era sul punto di cadere nelle mani dei babilonesi (Geremia 32). Dopo che Geremia ebbe ricevuto quest’indicazione il figlio di suo zio venne ad esortarlo ad esercitare il suo diritto di riscatto ed acquistare il campo. La parola che egli aveva ricevuto dall’Eterno fu così confermata da circostanze esterne e il suo contenuto da fatti esterni. Geremia lo ammise quando disse: “Allora riconobbi che questa era la volontà del Signore” (Geremia 32:8). Si può dedurre che Geremia, un profeta di prim’ordine, non fosse sicuro di avere veramente sentito la voce dell’Eterno prima che il figlio di suo zio venisse a confermargli che la parola innanzi ricevuta veniva dal Signore, e tutta la situazione non era solo frutto della sua immaginazione, come noi abbiamo la tendenza di fare, convincendo se stesso.

Geremia quindi acquistò il campo di cui l’Eterno gli aveva parlato: “Un giorno si compreranno ancora case, campi e vigne in questa regione” (Geremia 32:15). Geremia lo annunciò a Baruc, il figlio di suo zio, davanti a dei testimoni.

Geremia in seguito pregò il Signore, lodandolo per avere creato i cieli e la terra e per aver mostrato la sua bontà, miracoli e prodigi al popolo d’Israele in Egitto, e per aver donato loro un paese dove scorre latte e miele. (Geremia 32:17-22). Egli quindi riconobbe che il popolo non aveva obbedito alla Sua voce né osservato i comandamenti di Dio, e di conseguenza Egli aveva loro mandato delle calamità, una lezione che dobbiamo apprendere seriamente. A causa della loro ribellione contro Dio, le cataste dell’assedio avevano raggiunto Gerusalemme e i Caldei erano in guerra contro il regno di Giuda. La spada, la carestia e la peste, erano la come il Signore aveva dichiarato.

Dopo aver comprato il campo, lodato il Signore ed averGli ricordato che le sue precedenti profezie circa i Babilonesi si erano ora realizzate, egli si rivolge a Dio in Geremia 32:25: “La città sta per cadere in potere dei Babilonesi e tu, Signore mio Dio, mi ordini di comperarmi il campo e di pagarlo davanti a testimoni!” (TILC)

Geremia non sta mettendo Dio alla prova, egli gli chiede di continuare a confermare che questa è la Sua volontà, nonostante che le circostanze esterne mostrino l’assurdità del suo investimento immobiliare. Dio rivela allora la sua natura misericordiosa assicurando Geremia che, nonostante la ribellione del popolo, egli li riporterà in questo luogo e li farà abitare in sicurezza, loro saranno il Suo popolo ed Egli sarà il loro Dio (Geremia 32:37-38).

Noi vediamo qui la difficoltà che incontra un grande profeta di Dio, per assicurarsi che la parola che egli ha ricevuto dall’Eterno sia vera. Mettete a confronto questo con le profezie “veloci” che sono proferite con leggerezza nei culti carismatici e negli studi biblici, che non si realizzano mai e che potrebbero essere d’origine occulta. Al tempo della Bibbia, i falsi profeti erano lapidati. I “guaritori” che affermavano che una persona era stata guarita quando, difatti, non lo era, erano come dei falsi profeti. Una media di uno su cento non è sufficiente. Inoltre, noi dobbiamo esercitare il nostro discernimento anche con una media del cento per cento, perché Satana, travestito da angelo di luce, può guarire i malati o donare profezie esatte, esigendo però sempre pesanti pagamenti.

Divisore della pagina;ornamento per il tema:Ricevendo la Parola da Dio.

--Torna all'inizio di questa pagina.--La Strada Spirituale per il paradiso Cristiano di Dio e il paradiso di Gesù Cristo,la Salvezza Cristiana.

Ornamento della pallottola per il soggetto:Riconoscere lo Spirito di Dio; Come riconoscere lo Spirito di Dio dallo spirito dell’inganno anche in seno. Riconoscere lo Spirito di Dio Ornamento della pallottola per il soggetto:Riconoscere lo Spirito di Dio; Come riconoscere lo Spirito di Dio dallo spirito dell’inganno anche in seno. Continui al soggetto seguente:Essere Nato di Nuovo Cristiano.

Come riconoscere lo Spirito di Dio dallo spirito dell’inganno anche in seno alla Chiesa ?

1. AQUISITE UNA CONOCENZA DI BASE SU DIO, la Sua natura, lo scopo per il quale ci ha creato, la caduta dell’uomo, la redenzione e il piano di salvezza. Avendo una perfetta comprensione dei soggetti di cui sopra noi sapremo, in generale, identificare gli errori in piani contraffatti. Tuttavia, se noi non siamo salvati e/o siamo ancora sotto l’oppressione dell’occulto, questo non sarà facile, perché la nostra mente non discernerà le realtà spirituali. Gesù dice che le sue pecore lo conoscono, lui, il Buon Pastore che le chiama per nome e le conduce (Giovanni 10). Noi dobbiamo conoscere Gesù così bene che ogni impostore sarà immediatamente scoperto. Per cominciare questo rapporto noi dobbiamo innanzi tutto chiedere a Gesù di diventare il nostro Signore e Salvatore. Si può cominciare con una semplice preghiera, con parole vostre, come ad esempio:

Mio Dio, io sono separato da Te, ma ho bisogno di Te. Vieni nella mia vita. Io accolgo Tuo Figlio, Gesù Cristo, come mio Salvatore. Io ti ringrazio Gesù di essere morto per me sulla croce per perdonare i miei peccati. Prendi, per favore, il controllo della mia vita e fa di me la persona che Tu vuoi che io sia. Dona a questo Tuo figlio la vita eterna.

2. RICONOSCETE I FALSI PROFETI DAI LORO “FRUTTI” (Matteo 7:16)

“Dai loro frutti li riconoscerete”. I falsi profeti hanno generalmente due grossi difetti nel loro carattere. Possono parlare dell’amore per giornate intere ma s’innervosiscono facilmente o agiscono in modo egoista. Essi possono lasciare morire di fame i loro discepoli e nel frattempo possedere una fantastica collezione d’automobili. Sottrarre i fondi del loro movimento o ministero per farsi pagare un grosso salario e vivere in palazzi, continuando a chiedere denaro. Avere una buona teologia ma vivere nell’immoralità, tradendo il marito o la moglie, usurpando le opportunità del ministero per il proprio guadagno.

Considerate i valori morali dell’individuo e i frutti che egli porta. “Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco. Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere” (Matteo 7:15-20).

I falsi profeti non sono necessariamente dei responsabili del culto, né dei membri del clero. Anche responsabili nazionali, politici, ministri, scrittori o artisti possono far parte di questa categoria. L’Antico Testamento dice a loro riguardo: “Ma il profeta che avrà la presunzione di dire in mio nome una cosa che io non gli ho comandato di dire, o che parlerà in nome di altri déi quel profeta dovrà morire. Se tu pensi: Come riconosceremo la parola che il Signore non ha detta? Quando il profeta parlerà in nome del Signore e la cosa non accadrà e non si realizzerà, quella parola non l’ha detta il Signore; l’ha detta il profeta per presunzione; di lui non devi aver paura” (Deuteronomio 18:20-22).

Deuteronomio 13 ci afferma che se un segno o un prodigio, la cui fonte non è un adoratore di Dio, si compie, noi non dobbiamo ascoltare le parole del profeta o del “sognatore di sogni”, perché Dio può metterci alla prova per vedere se noi l’amiamo con tutto il nostro cuore e tutta la nostra anima, o se preferiamo l’esattezza della profezia di uno spirito seduttore.

3. METTETE ALLA PROVA GLI SPIRITI

“Miei cari, se uno dice di avere lo spirito, non credetegli subito: prima, esaminatelo bene, per vedere se davvero ha lo spirito che viene da Dio. Perché molti predicatori bugiardi sono andati a predicare nel mondo. La prova che uno ha lo spirito di Dio è questa: se riconosce pubblicamente che Gesù è il Cristo che si è fatto uomo, ha lo spirito di Dio. Se non lo riconosce non ha lo spirito che viene da Dio, ma quello dell’anticristo. Voi sapete che l’anticristo deve venire: ebbene è già nel mondo. Ma voi, figli miei, appartenete a Dio avete sconfitto i predicatori bugiardi: infatti lo spirito di Dio che è in voi è più grande dello spirito del diavolo che è in quelli che appartengono al mondo.” (1 Giovanni 4:1-4 TILC)

La Bibbia ci avverte chiaramente di non consultare medium né maghi, perché una tale pratica ci rende “impuri” (Levitico 19:31). L’avvertimento è chiaro: “Non si trovi in mezzo a te chi immola, facendoli passare per il fuoco, il suo figlio o la sua figlia, né chi esercita la divinazione o il sortilegio o l’augurio o la magia; né chi faccia incantesimi, né chi consulti gli spiriti o gli indovini, né chi interroghi i morti, perché chiunque fa queste cose è in abominio al Signore; a causa di questi abomini, il Signore tuo Dio sta per scacciare quelle nazioni davanti a te. Tu sarai irreprensibile verso il Signore tuo Dio, perché le nazioni, di cui tu vai ad occupare il paese, ascoltano gli indovini e gli incantatori, ma quanto a te, non così ti ha permesso il Signore tuo Dio” (Deuteronomio 18:10-14). “Non cercate in nessun modo di entrare in contatto con gli spiriti dei morti, perché questo vi renderebbe impuri. Io sono il Signore vostro Dio” (Levitico 19:31 TILC).

La pena per coloro che sono implicati nell’occulto è severa: “Se un uomo si rivolge ai negromanti e agli indovini per darsi alle superstizioni dietro a loro, io volgerò la faccia contro quella persona e la eliminerò dal suo popolo” (Levitico 20:6). Saul perì tragicamente con i suoi tre figli, dopo aver consultato la medium di En-Dor (1 Samuele 31).

Lo spirito di Satana è uno spirito d’inganno e Satana stesso può apparire come un angelo di luce (2 Corinzi 11:14). Ai giorni nostri, in un contesto di New Age, degli spiriti demoniaci o degli angeli caduti prendono un aspetto attraente e si presentano come psicologi, amici spirituali, archetipi della società, santi, extraterrestri, spiriti guida, deva, “bambini interiori”, familiari morti, visualizzazioni (anche di spiriti di “Gesù”).

Se voi consultate degli spiriti “guida” per mezzo di channeling, visualizzazione, meditazione mantra e yoga, domandate loro se Gesù Cristo è il loro Signore e Maestro. Domandate loro nell’autorità del nome di Gesù Cristo chi servono. Sappiate che il virus della New Age si è propagato dappertutto, anche nelle chiese, ci sono degli individui che, coscientemente o incoscientemente, consultano degli angeli decaduti che daranno alle loro direttive e profezie un’apparenza cristiana. Essi pensano di comunicare con lo Spirito Santo quando invece comunicano con i demoni. Non diventate dei fanatici di “segni e prodigi”. Esercitate il vostro discernimento prima di lasciare che qualcuno v’imponga le mani o preghi per voi.

Conoscete bene le persone che v’impongono le mani? Sono davvero salvate? E’ lo spirito di Cristo, o uno spirito d’inganno, che li ha portati a pregare per voi, o a darvi una parola di conoscenza? Mettete questi spiriti alla prova.

Un solo spirito confessa Gesù Cristo, ed è lo Spirito Santo. Bisogna mettere alla prova tutti gli spiriti che parlano per mezzo di un profeta, un guru, un politico, o qualcuno che affermerà di essere Cristo stesso (ce ne sono molti ai giorni nostri).

Divisore della pagina;ornamento per il tema:Riconoscere lo Spirito di Dio; Come riconoscere lo Spirito di Dio dallo spirito dell’inganno anche in seno.

--Torna all'inizio di questa pagina.--La Strada Spirituale per il paradiso Cristiano di Dio e il paradiso di Gesù Cristo,la Salvezza Cristiana.

Ornamento della pallottola per il soggetto:Essere Nato di Nuovo Cristiano. Essere Nato di Nuovo Ornamento della pallottola per il soggetto:Essere Nato di Nuovo Cristiano. Continui al soggetto seguente:Dopo la morte, nuovi corpi nel paradise del Dio.

Gesù disse a Marta, parlando di suo fratello Lazzaro, che egli sarebbe tornato in vita (Giovanni 11:23). Marta rispose: “ So che risusciterà nell’ultimo giorno” (Giovanni 11:24). “ Gesù le disse: ‘Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morrà in eterno. Credi tu questo? Gli rispose: ‘Sì, o Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio che deve venire nel mondo ’ (Giovanni 11:24-27).

Con le lacrime agli occhi Gesù si recò al sepolcro di Lazzaro che si trovava in una grotta, con una grossa pietra posta all’entrata. Gesù disse alle persone presenti di spostare la pietra. Egli ringraziò Dio per aver ascoltato la sua preghiera, affinché la folla credesse che Lui l’aveva mandato, poi gridò con voce forte: “Lazzaro, vieni fuori!” e Lazzaro, avvolto nelle bende, uscì. Se Gesù non avesse chiamato Lazzaro per nome, tutti i morti del cimitero sarebbero usciti perché, come aveva detto a Marta, Lui è la resurrezione.

Una sera Nicodemo, uno dei capi dei farisei, venne da Gesù per dirgli che i miracoli che Egli faceva attestavano che Dio lo aveva mandato, a questo Gesù rispose: “se uno non rinasce dall’alto, non può vedere il regno di Dio.” Poi continuò dicendo: “ In verità, in verità ti dico, se uno non nasce da acqua e da Spirito, non può entrare nel regno di Dio. Quel che è nato dalla carne è carne e quel che è nato dallo Spirito è Spirito” (Giovanni 3:3, 5, 6). E’ la potenza gloriosa di Dio che ha risuscitato Cristo dalla morte. Se crederemo e metteremo in Lui la nostra fiducia, lo Spirito Santo verrà ad abitare in noi, trasformando le nostre vite e liberandoci dalla morte stessa.

Paolo nella sua seconda lettera ai Corinzi dice: “Certo, al momento della sua morte in croce era debole, ma ora è vivo per la potenza di Dio” (2 Corinzi 13:4 TILC). Poiché Egli vive noi abbiamo la promessa e la certezza che anche noi vivremo. Riflettendo la sua preparazione giuridica Paolo spiega così: “Poiché se a causa di un uomo (Adamo) venne la morte, a causa di un uomo (Cristo) verrà anche la risurrezione dei morti; e come tutti muoiono in Adamo, così tutti riceveranno la vita in Cristo. Ciascuno però nel suo ordine: prima Cristo, che è la primizia; poi, alla sua venuta, quelli che sono di Cristo” (1 Corinzi 15:21-23). Cristo è diventato: “primizia di resurrezione per quelli che sono morti” (1 Corinzi 15:20).

Divisore della pagina;ornamento per il tema:Essere Nato di Nuovo Cristiano.

--Torna all'inizio di questa pagina.--La Strada Spirituale per il paradiso Cristiano di Dio e il paradiso di Gesù Cristo,la Salvezza Cristiana.

Ornamento della pallottola per il soggetto:Dopo la morte, nuovi corpi nel paradise del Dio. Nuovi Corpi Ornamento della pallottola per il soggetto:Dopo la morte, nuovi corpi nel paradise del Dio. Continui al soggetto seguente:La Morte del Corpo e il Passaggio alla Vita Eterna.

Paolo ci dice che la risposta alla domanda: “che tipo di corpo avremo?” si trova nel nostro giardino.
“E il seme che metti in terra, quello di grano o di qualche altra pianta, è soltanto un seme nudo, non la pianta che nascerà. Dio gli darà poi la forma che vuole, e a ogni seme corrisponderà una pianta.” Infatti, ha luogo una metamorfosi. Un nuovo corpo “germoglia” dal vecchio. Il corpo terrestre perisce e un corpo celeste ne prende il posto.

“Gli esseri viventi non sono tutti uguali. L'aspetto degli uomini è di un certo tipo, quello degli animali di un altro. Diversa ancora è la forma degli uccelli e quella dei pesci. Inoltre vi sono anche corpi celesti e corpi terrestri, e il loro splendore è diverso. Lo splendore del sole è di un certo tipo, quello della luna e delle stelle è di un altro genere: ogni stella poi brilla in modo diverso.”

“Lo stesso avviene per la risurrezione dei morti. Si è sepolti mortali, si risorge immortali. Si è sepolti miseri, si risorge gloriosi. Si è sepolti deboli, si risorge pieni di forza. Si seppellisce un corpo materiale, ma risusciterà un corpo animato dallo Spirito. Se vi è un corpo materiale, vi è anche un corpo animato dallo Spirito. Così dice la Bibbia: Il primo uomo, Adamo, è stato fatto creatura vivente, ma l'ultimo Adamo, Cristo, è stato fatto Spirito che dà vita.”

In effetti la Scrittura dichiara: “Ma non viene prima ciò che è spirituale, prima viene ciò che è materiale. Quel che è spirituale viene dopo. Il primo uomo, Adamo, è stato tratto dalla polvere della terra; il secondo, Cristo, viene dal cielo. Finché siamo su questa terra, siamo simili ad Adamo, fatto con la terra. Quando invece apparterremo al cielo, saremo simili a Cristo, che viene dal cielo. Come siamo simili all'uomo tratto dalla terra, così allora saremo simili a colui che è venuto dal cielo.”

“Ecco, fratelli, quel che voglio dire: il nostro corpo fatto di carne e di sangue non può far parte del regno di Dio, e quel che muore non può partecipare all'immortalità.” (1 Corinzi 15:36-50 TILC).

“Sappiamo infatti che quando verrà disfatto questo corpo, nostra abitazione sulla terra, riceveremo un’abitazione da Dio, una dimora eterna, non costruita da mani di uomo, nei cieli. Perciò sospiriamo in questo nostro stato, desiderosi di rivestirci del nostro corpo celeste: a condizione però di esser trovati già vestiti, non nudi. In realtà quanti siamo in questo corpo, sospiriamo come sotto un peso, non volendo venire spogliati ma sopravvestiti, perché ciò che è mortale venga assorbito dalla vita. E’ Dio che ci ha fatti per questo e ci ha dato la caparra dello Spirito” (2 Corinzi 5:1-5 TILC).

Divisore della pagina;ornamento per il tema:Dopo la morte, nuovi corpi nel paradise del Dio.

--Torna all'inizio di questa pagina.--La Strada Spirituale per il paradiso Cristiano di Dio e il paradiso di Gesù Cristo,la Salvezza Cristiana.

Ornamento della pallottola per il soggetto:La Morte del Corpo e il Passaggio alla Vita Eterna. La Morte del Corpo e il
Passaggio alla Vita Eterna Ornamento della pallottola per il soggetto:La Morte del Corpo e il Passaggio alla Vita Eterna. Continui al soggetto seguente: Salvato dal Sangue dell’Agnello, Gesù Cristo.

“E come tutti muoiono in Adamo, così tutti riceveranno la vita in Cristo” (1 Corinzi 15:22 TILC). E’ soltanto in Cristo che voi potete essere vivificati. Gesù affermò che sarebbe stato meglio per noi se lui se ne andava, perché altrimenti lo Spirito Santo non sarebbe venuto. Gesù ci manda lo Spirito Santo. “ve lo manderò. E quando sarà venuto, egli convincerà il mondo quanto al peccato, alla giustizia e al giudizio”
(Giovanni 16:7-9 TILC)
Quando accogliamo Gesù Cristo come nostro salvatore personale, lo Spirito Santo viene ad abitare in noi (Giovanni 14:17). E’ la potenza dello Spirito Santo che risuscita gli uomini e le donne dai morti.

“Se invece Cristo agisce in voi, voi morite, sì, a causa del peccato, ma Dio vi accoglie e il suo Spirito vi dà vita. Se lo Spirito di Dio che ha risuscitato Gesù dai morti abita in voi, lo stesso Dio che ha risuscitato Cristo dai morti darà la vita anche a voi, sebbene dobbiate ancora morire, mediante il suo Spirito che abita in voi.”
(Romani 8:10-11 TILC).

Studiando la resurrezione di Gesù Cristo possiamo capire di più sul tipo di corpo che, coloro che lo avranno accolto, riceveranno secondo la promessa. Il corpo risuscitato di Gesù trascendeva i limiti fisici e poteva passare attraverso le porte chiuse (Giovanni 20:19). A volte il suo corpo non era riconoscibile (Luca 24:13-16; Giovanni 20:14, 15; Giovanni 21:4, 12; Marco 16:12), ma aveva il potere di rivelarsi quando spezzava il pane, o dal tono della sua voce.

Per coloro che credono in Gesù Cristo, la morte è un passaggio in una vibrante e gioiosa eternità, nella quale egli si sentirà vivo come mai prima. “Così, dunque, siamo sempre pieni di fiducia e sapendo che finché abitiamo nel corpo siamo in esilio lontano dal Signore” (2 Corinzi 5:6). La transizione dal corpo fisico a quello eterno e soprannaturale è paragonabile ad un tuffo nell’oceano, dove si scoprono con meraviglia barriere coralline e creature marine straordinariamente belle. Vivere per l’eternità vicino a Colui che è la sorgente della vita sarà la ricompensa di tutti coloro che avranno accolto il dono gratuito di Dio, la salvezza per mezzo della fede nel Figlio di Dio.

I pesci;un simbolo Cristiani antico;usato qui per decorare questa pagina:La Strada Spirituale per il paradiso Cristiano di Dio e il paradiso di Gesù Cristo,la Salvezza Cristiana.

La morte, per coloro che sono in Cristo, non è un tempo di cordoglio. Noi tutti moriremo un giorno o l’altro. A causa del peccato di Adamo la morte della carne è purtroppo inevitabile. Eppure, per coloro che mettono la loro fiducia in Gesù Cristo, la morte ha perso il suo pungiglione. “Certo, al momento della sua morte in croce era debole, ma ora è vivo per la potenza di Dio” (2 Corinzi 13:4 TILC) e anche voi vivrete in Lui.

In Romani 8:11 Paolo spiega: “Se lo Spirito di Dio che ha risuscitato Gesù dai morti abita in voi, lo stesso Dio che ha risuscitato Cristo dai morti darà la vita anche a voi, sebbene dobbiate ancora morire, mediante il suo Spirito che abita in voi” (TILC)
--Torna all'inizio di questa pagina.--La Strada Spirituale per il paradiso Cristiano di Dio e il paradiso di Gesù Cristo,la Salvezza Cristiana.

Divisore della pagina;ornamento per il tema:Dopo la morte, nuovi corpi nel paradise del Dio.

--Torna all'inizio di questa pagina.--La Strada Spirituale per il paradiso Cristiano di Dio e il paradiso di Gesù Cristo,la Salvezza Cristiana.

Ornamento della pallottola per il soggetto:Salvato dal Sangue dell’Agnello, Gesù Cristo. Salvato dal Sangue dell’Agnello Ornamento della pallottola per il soggetto:Salvato dal Sangue dell’Agnello, Gesù Cristo. Continui al soggetto seguente:Ricevendo la Parola da Dio.

Un disegno di Gesù Cristo da clipart: immagine grafica di Gesù Cristo Figlio di Dio che può perdonare i nostri peccati e darci la salvezza e la vita eterna in paradiso.

Gesù fu crocifisso tra due criminali. Un'iscrizione sopra la sua testa diceva:"IL RE DEI GIUDEI". Uno dei due criminali insultò Gesù dicendogli che se lui fosse stato il Messia, avrebbe dovuto salvare se stesso e anche loro (i due criminali).

L’altro criminale protestò: “Tu che stai subendo la stessa condanna non hai proprio nessun timore di Dio? Per noi due è giusto scontare il castigo per ciò che abbiamo fatto, lui invece non ha fatto nulla di male. Poi aggiunse: Gesù, ricordati di me quando sarai nel tuo regno.” (Luca 23:40-41).

E Gesù gli rispose : “Ti assicuro che oggi sarai con me in paradiso.”

Morendo sulla croce, Gesù ha preso su se i nostri peccati. Il suo sangue ci lava dei nostri peccati. Tutto ciò che dobbiamo fare, è tendere le braccia verso di lui. Il criminale pentito ha riconosciuto che aveva agito male ed ha semplicemente chiesto a Gesù di ricordarsi di lui. Non ha chiesto di essere perdonato. Ha soltanto chiesto di ricordarsi di lui. Questo semplice desiderio è stato sufficiente per ricevere la vita eterna.

Dio ti ama e vuole che tu abbia un rapporto personale con Lui. Egli ha creato l’uomo perché sia suo amico. “Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo unico Figlio perché chi crede in lui non muoia ma abbia vita eterna.” (Giovanni 3 :16).

Dio ha creato ciascuno di noi perché il suo piano perfetto si realizzi, un piano che nessun’altro può realizzare. Noi siamo tutti peccatori e come tali privati della presenza gloriosa di Dio (Romani 3:23). A causa del peccato, nessuno può raggiungere il suo scopo nella vita. Il peccato ci impedisce di realizzare il piano perfetto che Dio ha stabilito per le nostre vite. Secondo il criterio di perfezione molto elevato di Dio, nessuno è "buono". Soltanto un Dio senza peccato può essere "buono".

A causa del peccato c’è un abisso immenso tra noi e Dio (Vedi Un Messaggio Eterno). Noi proviamo a riempire questo abisso con gli sport, gli affari, il legalismo religioso, il fanatismo religioso, gli amici, le feste, l'accumulo di potere e di paradisi terrestri, le opere di carità, le dottrine di profeti falsi, l’occultismo ecc.... ma restiamo insoddisfatti. Il vuoto che troviamo in noi stessi, nonostante tutti i nostri successi terreni, deriva dal fatto che voltiamo le spalle a Dio. Siamo incapaci di riempire, con tutte le nostre occupazioni o la nostra falsa spiritualità, un vuoto che solo Dio può colmare. Gesù ha detto: “Io sono la via, io sono la verità e la vita. Solo per mezzo di me si va al Padre” (Giovanni 14 :6). Gesù ha il potere di riparare tutto. È morto sulla croce affinché possiamo essere riconciliati con Dio. (Colossesi 1:21-22).

Gesù, che era l'incarnazione del Dio vivo, è più potente della morte (Vedi Prove dell’Esistenza di Gesù Cristo - Il Segno più Grande – La Resurrezione ). Sulla croce Egli ha rinunciato alla sua vita. Risuscitando ha provato che aveva cancellato il potere distruttivo del peccato. Ci offre un ponte per ritornare a Dio ed alle sue benedizioni abbondanti. La potenza di Dio che ha riportato Gesù alla vita può lavarti dalla macchia del peccato. Con la potenza di Dio, possiamo superare l’odio, l'alcolismo, la depressione, la paura, l'avidità, il lussuria, l'aggressività e qualsiasi altro tipo di peccato.

Se noi crediamo in Gesù Cristo e l’accogliamo nelle nostre vite egli ci fa il dono di diventare figli di Dio (Giovanni 1 :12).

Come il ladro sulla croce che chiese a Gesù di ricordarsi di lui quando sarebbe stato nel suo regno, anche noi possiamo chiedere a Gesù di entrare nelle nostre vite dicendo questa semplice preghiera: "Gesù, ho bisogno di te. Entra nella mia vita e guidami. Perdona i miei peccati. Ti do la mia vita; fai di me il tipo di persona che tu vuoi che io sia."

Se hai detto la preghiera precedente, hai cominciato un rapporto personale con il Dio dell'Universo. Forse non ti senti diverso. I sentimenti sono ingannevoli. Questa non è un'emozione momentanea ma un'alleanza eterna.

Quando metti la tua fiducia in Gesù Cristo, Egli entra nella tua vita con il Suo Spirito e non ti lascerà mai (Apocalisse 3:20), (Ebrei 13:5), sei completamente perdonato (Colossesi 2:14), ricevi la potenza di Dio nella tua vita, che gli permette di cambiarti per il meglio (Luca 10:19), e puoi iniziare a conoscere il tipo di vita per il quale Dio ti ha creato (Giovanni 10:10).

1 Giovanni 5:11-13 ci dice che se abbiamo il Figlio di Dio, abbiamo la vita eterna. Ma se non abbiamo il figlio, non abbiamo questa vita. Una volta che lo abbiamo accettato Gesù Cristo non ci abbandonerà mai (Romani 8:38,39).

Le Sue promesse sono vere, le puoi verificare andando verso di lui e chiedendogli di entrare nella tua vita.

Io stesso sono stato molto impegnato nello yoga e nella meditazione mantra per oltre sei anni. Queste pratiche non mi hanno dato la pace spirituale e mi sentivo ancora internamente vuoto. È soltanto dopo avere accettato Gesù Cristo per sfida, pensando di essere già un cristiano e non aspettandomi nulla dalla mia decisione di dare la mia vita a Gesù, che mi sono reso conto che le promesse di Gesù Cristo cambiano davvero la vita.

Molta gente oggi aspira alla pace nel mondo ma questa non verrà finché i nostri cuori non saranno in pace con Dio per mezzo di Gesù Cristo. Gli eserciti ed gli scenari di un mondo utopistico non portano una pace stabile. Utopia significa "luogo che non esiste". Soltanto quando la creazione verrà redenta da Cristo e ritornerà al suo stato originale, senza peccato, ci sarà una pace duratura.

--Torna all'inizio di questa pagina.--La Strada Spirituale per il paradiso Cristiano di Dio e il paradiso di Gesù Cristo,la Salvezza Cristiana.

Divisore della pagina;ornamento per il tema:La Morte del Corpo e il Passaggio alla Vita Eterna.
4 La via Spirituale
Freccia che conduce alla pagina del precedente con il tema del Dio e di Gesù Cristo.
Freccia che conduce alla pagina del successiva con il tema del Dio e di Gesù Cristo.

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati a
Reap the Harvest.


--Torna all'inizio di questa pagina.--La Strada Spirituale per il paradiso Cristiano di Dio e il paradiso di Gesù Cristo,la Salvezza Cristiana.

--Torna all'inizio di questa pagina.--La Strada Spirituale per il paradiso Cristiano di Dio e il paradiso di Gesù Cristo,la Salvezza Cristiana.

ABD Website Design Company, Search Engine Optimization Specialist.